logo wat
technology
giugno 23, 2016 - ABB

I nuovi inverter di stringa da 50 kW di ABB alimentano uno dei più grandi parchi solari del Regno Unito

Valdarno / Monaco di Baviera, 22 giugno 2016 - Uno dei più grandi progetti di parco solare del #regnounito, con un’estensione di 1 km2, utilizzerà per la prima volta i nuovi inverter di stringa TRIO-50.0 di #abb per convertire la luce solare in 46 MWp di energia destinata a 11.500 abitazioni. Il parco solare di Vine Farm è costituito da 146.572 moduli fotovoltaici (FV) suddivisi in stringhe. Oltre a 435 unità TRIO-50.0 che collegano 10 stringhe, il parco solare utilizzerà anche 341 inverter TRIO-27.6 e 351 inverter TRIO-20.0 che collegheranno altre 10 stringhe ciascuno.

Costruito dall’azienda tedesca di energie rinnovabili BayWa r.e. renewable #energy GmbH nel South Cambridgeshire, il parco solare è uno dei sei che l’azienda metterà in funzione nel #regnounito nel 2016. Si tratta del progetto FV distribuito più grande mai realizzato da #abb e BayWa r.e.. La costruzione del parco solare di Vine Farm è cominciata nell’ottobre 2015 e ha richiesto sette mesi di lavori.

Finora BayWa ha costruito parchi solari ed eolici nel #regnounito per una capacità totale di oltre 390 MWp.

Inverter di stringa ad alta potenza

TRIO-50.0 è l’inverter di stringa di nuova generazione con il quale #abb ha esteso la gamma trifase fino a 50 kW. Questo inverter senza trasformatore è stato scelto insieme a TRIO-27.6 e TRIO-20.0 in virtù della sua potenza nominale e dell’utilizzo dello stesso protocollo di comunicazione, entrambi benefici importanti per impianti distribuiti con capacità superiori a 100 kW come la mega-centrale di Vine Farm.

La collaborazione con BayWa

#abb utilizza da molti anni i siti di BayWa r.e. come “banco di prova” dei propri inverter, adattando la #tecnologia a ciascun progetto specifico. “Con una potenza di 46 MW questo è un grande parco solare nel quale la concezione e l’affidabilità dei TRIO-50 verranno messe alla prova in installazioni di queste dimensioni,” ha detto Jari Tukia, Global Vice-President Marketing and Sales, Power Conversion, #abb, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione del parco lo scorso maggio. “Questo è uno dei primi impianti su larga scala nel quale è stato utilizzato il nuovissimo TRIO-50.0 e fungerà da guida per l’utilizzo di inverter di stringa in impianti analoghi in futuro.”

Raccolta di energia

TRIO-50.0 presenta una topologia a due stadi con una tensione minima in ingresso più bassa, che offre maggiore flessibilità ed efficienza nella produzione di energia.

“Uno dei vantaggi offerti da TRIO-50 in questo impianto solare di grandi dimensioni è una resa maggiore nelle giornate nuvolose,” spiega Tukia. “Quando le nuvole transitano sopra il parco solare, i pannelli non vengono interessati tutti contemporaneamente. Poiché ogni inverter gestisce una porzione più piccola di moduli solari, è in grado di migliorare la raccolta di energia nelle giornate nuvolose o in luoghi collinari.”
“TRIO-50.0 offre un rapporto c.c./c.a. molto superiore, fino al 130 percento, senza alcun effetto sulla garanzia del prodotto,” afferma Donny George, referente commerciale di #abb per BayWa r.e. “Possiamo così contare su un beneficio in termini di costi e una migliore resa energetica negli anni, che si traducono in un recupero più rapido dell’investimento per il cliente.”

Facilità di installazione

La facilità di installazione, messa in funzione e manutenzione dell’inverter è particolarmente apprezzata in centrali delle dimensioni di Vine Farm. L’installazione e la messa in funzione risultano più semplici grazie alla leggerezza degli inverter di stringa. “BayWa r.e. basa i propri progetti sugli inverter di stringa,” racconta Tukia. “È questo secondo loro l’approccio migliore per implementare soluzioni standard in numerosi progetti. Hanno scelto TRIO-50.0 perché facilita l’installazione e la manutenzione, semplificando la gestione del ciclo di vita dell’impianto.

Giacomo Bambi, product manager di TRIO-50.0 in #abb, aggiunge: “L’installazione richiede solo due addetti e nessun macchinario. Non servono strutture né opere murarie. Per la messa in funzione bastano competenze minime, perché l’inverter di stringa può essere sostituito facilmente: anche un addetto non tecnico può effettuare una modifica e rimettere in funzione l’impianto. Tutto questo si traduce in un’installazione rapida ed economica. TRIO-50.0 è quindi la soluzione ideale per grandi impianti basati su un concetto distribuito.”

Intervenendo all’inaugurazione di Vine Farm a maggio, Christof Thannbichler, amministratore delegato di BayWa r.e. Solar Projects GmbH, ha detto: “Con TRIO-50.0 di #abb abbiamo a disposizione un sistema con una taglia perfetta per il nostro progetto. Il design dell’inverter si presta particolarmente a installazioni in grandi siti fotovoltaici in ambito utility. Ad esempio, il peso del contenitore e la facilità di movimentazione sul cantiere e posizionamento all’interno dell’impianto FV lo rendono particolarmente idoneo ai nostri impianti. Per BayWa r.e., semplicità e standardizzazione sono le chiavi per il successo dei progetti.

“Basando i nostri progetti su inverter di stringa abbiamo due vantaggi principali. In primo luogo un’installazione semplice ed efficiente che riduce i costi iniziali. In secondo luogo, i costi di gestione e manutenzione a regime vengono notevolmente abbassati con questa configurazione rispetto a soluzioni più centralizzate,” ha concluso Thannbichler.

Concezione modulare

TRIO-50.0 è composto da tre elementi principali: una sezione centrale con l’inverter vero e proprio e due moduli laterali con i compartimenti per la connessione in corrente continua a monte (verso l’impianto fotovoltaico) e in corrente alternata a valle (verso la rete). Montaggio e smontaggio sono agevolati dalla ripartizione del peso complessivo su tre unità separate e la manutenzione comporta procedure più semplici e costi inferiori, potendo lasciare gli elementi di connessione cablati in impianto e separando solo il modulo inverter.

Osserva Bambi: “TRIO-50.0 non è solo un convertitore di potenza, ma comprende anche un combinatore di stringa completo e un quadro di cablaggio in corrente alternata dotato di interruttore c.a. e protezione contro i picchi di tensione. Grazie al cablaggio separato dal modulo inverter, ciascun modulo può essere sostituito senza scollegare gli altri, semplificando la manutenzione.”

Collaborazione futura

Parlando della collaborazione futura con #abb, Thannbichler dice: “ABB è un partner eccellente per i nostri piani di internazionalizzazione. Per potenziare la nostra attività nel settore solare al di fuori dell’Europa, #abb è un partner apprezzato e riconosciuto, soprattutto in nuovi mercati.”
“ABB è impegnata con tutte le forze sul mercato solare,” conferma Tukia. “Siamo una grande azienda presente su scala mondiale. Collaboriamo con i nostri clienti in tutto il mondo per investire in attività di ricerca e sviluppo dalle quali nascano nuovi prodotti che contribuiscano al successo dell’industria solare. In questo modo garantiamo benefici sia a noi stessi sia ai nostri clienti.

“Come dimostrano i nostri 125 anni di storia, #abb è una realtà affidabile e vediamo un futuro luminoso per l’energia solare nei prossimi decenni. Siamo impegnati a sostenere i nostri clienti nei loro programmi ambiziosi per fornire energia pulita a costi sostenibili.

#abb (www.abb.com) è leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione che consentono ai clienti delle utilities, dell’industria, dei trasporti e delle infrastrutture di migliorare le loro prestazioni riducendo al contempo l’impatto ambientale. Le società del Gruppo #abb operano in oltre 100 paesi e impiegano circa 135.000 dipendenti.

News correlate

dicembre 15, 2016
settembre 12, 2016
luglio 15, 2016

Ti potrebbe interessare anche

giugno 27, 2016
giugno 23, 2016
giugno 10, 2016

Filtro avanzato