logo wat
technology
dicembre 15, 2016 - Bosch

Bosch accende l’albero di Natale per il Piceno Un nuovo centro sportivo a sostegno dei Comuni ascolani realizzato anche grazie al contributo dei collaboratori Bosch in Italia

Milano, 2 dicembre 2016 – Domani, 3 dicembre, alle ore 17.30, in piazza Arringo ad #ascolipiceno si accenderanno le luci dell'albero di Natale donato da #bosch ai bambini marchigiani per regalare la magia e la gioia del Natale e dare un segno di vicinanza alle popolazioni colpite dal recente terremoto, in particolare, agli abitanti dei comuni di Arquata del Tronto e Acquasanta Terme. L'evento è organizzato in collaborazione con il Comune di #ascolipiceno.

Illuminare l'albero vuol dire accendere una speranza, ma è anche il simbolo della volontà di compiere azioni concrete a sostegno di chi è stato colpito dal sisma. #bosch, grazie anche al contributo dei collaboratori del Gruppo in Italia, si impegna dunque fattivamente nella realizzazione di un playground nel comune di Acquasanta Terme (AP). I lavori inizieranno nella primavera 2017. Il nuovo centro sportivo polifunzionale per bambini e ragazzi vuole diventare un punto di aggregazione per i giovani che, attraverso lo sport, possono allenare attitudini umane e valoriali e condividere un percorso di formazione e crescita.

Gerhard Dambach - Amministratore Delegato #bosch Italia afferma: "Ci impegniamo per dare un aiuto concreto alla popolazione colpita dal tragico terremoto e, in particolare, ai bambini. Il supporto alle cause benefiche e iniziative civiche rappresentano le fondamenta della nostra azienda. La costruzione di un centro sportivo vuole essere quindi un segnale di ripartenza per la comunità. Il playground racchiude simbolicamente i principi e valori quali responsabilità, impegno, resilienza che si riflettono nella filosofia aziendale del Gruppo #bosch."

Guido Castelli – Sindaco del Comune di Ascoli dichiara: "Ringraziamo #bosch per questo dono che sono sicuro sarà gradito da tutti i cittadini, non solo dai bambini, ma anche dagli adulti. L'albero di Natale, riprendendo le parole del Pontefice Benedetto XVI, 'con le sue foglie sempre verdi, richiama la vita che non muore', ed è questo il messaggio di speranza e coraggio che ci auguriamo tutti vogliano apprezzare. L'abete che verrà illuminato nella nostra splendida Piazza Arringo, sarà un simbolo di festa, ma anche di speranza, per una città che ha ancora paura del terremoto e che, a piccoli passi, sta iniziando a riscoprire le abitudini quotidiane. L'iniziativa che si inserisce in un progetto più ampio, che vede la realizzazione di un centro sportivo in favore dei ragazzi di Arquata e Acquasanta, comuni più duramente colpiti, dimostra la grande sensibilità dell'azienda che ha riconosciuto nei ragazzi il coraggio e la forza per ricostruire il futuro di un territorio ferito dal sisma". 

L'albero, alto 10 metri, sarà addobbato nel cuore di Ascoli dai bambini del territorio che lo decoreranno personalizzando tante palline di natale con colori e pensieri. I più piccoli potranno trascorrere un pomeriggio in allegria partecipando a diverse attività di intrattenimento e canti, gustando dolcetti e leccornie natalizie. Grazie alla partecipazione della Onlus Dimensione Ascoli saranno coinvolti nell'evento i fornitori locali e le attività commerciali del luogo. Inoltre, a far compagnia ai bambini, ci saranno tre campioni dello sport: la pallavolista Maurizia Cacciatori, il pugile Patrizio Oliva, la ginnasta Daniela Masseroni. Gli atleti sono alcuni testimonial del progetto "Allenarsi per il Futuro", l'iniziativa di #bosch e Randstad per contrastare la disoccupazione giovanile. L'obiettivo del progetto è quello di orientare i ragazzi nelle scuole al loro futuro professionale, offrendo opportunità di alternanza scuola-lavoro attraverso la metafora dello sport: passione, impegno, responsabilità e soprattutto "allenamento", i valori trasmessi anche dai testimonial sportivi. Molti gli appuntamenti di Allenarsi per il Futuro già programmati per il 2017 organizzati da #bosch grazie alla collaborazione delle scuole e degli istituti della Regione Marche.

 

Il Gruppo #bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Grazie ai circa 375.000 collaboratori (al 31 dicembre 2015) impiegati nelle quattro aree di business Mobility Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo #bosch ha registrato un fatturato di 70,6 miliardi di euro nel 2015. Il Gruppo è costituto dall'azienda Robert #bosch GmbH e da circa 440 tra consociate e filiali in oltre 60 Paesi, 150 se si includono i partner commerciali. La base per la crescita futura della società è la forza innovativa, 55.800 sono i collaboratori #bosch impegnati nella ricerca e sviluppo in circa 118 sedi in tutto il mondo. L'obiettivo strategico del Gruppo è quello di fornire le innovazioni per una vita connessa. Seguendo lo slogan "Tecnologia per la vita" #bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo.

L'azienda è stata fondata a Stoccarda nel 1886 da Robert #bosch (1861-1942) come "Officina di meccanica di precisione ed elettrotecnica". La struttura societaria della Robert #bosch GmbH assicura l'indipendenza imprenditoriale del Gruppo #bosch, permettendo all'azienda di perseguire strategie a lungo termine e di far fronte a nuovi investimenti che possano garantire il suo futuro. La Fondazione di pubblica utilità Robert #bosch Stiftung GmbH detiene il 92% delle partecipazioni della Robert #bosch GmbH. La maggioranza dei diritti di voto appartiene alla società fiduciaria Robert #bosch Industrietreuhand KG che gestisce le funzioni imprenditoriali dell'azienda. I diritti di voto e le partecipazioni restanti spettano alla famiglia #bosch e alla Robert #bosch GmbH.