logo wat
technology
febbraio 28, 2017 - European Space Agency

Invito per la stampa: Lancio del satellite sentinel-2b del programma europeo copernicus

Il secondo satellite della missione Sentinel-2 del programma Copernicus dell'Unione Europea è pronto per il lancio dallo #spazio porto europeo nella Guyana francese previsto alle 02:49 del 7 marzo (01:49 GMT, 22:49 del 6 marzo ora locale di Kourou) a bordo di un lanciatore Vega. I giornalisti sono invitati ad unirsi all'evento social media e divulgazione che si terrà al centro operazioni di missione dell'ESA a Darmstadt, in Germania. Qui, 100 rappresentanti selezionati di social media provenienti da tutta Europa, ospiti ufficiali, esperti ESA di Osservazione della Terra e la nuova generazione di utenti dati di Copernicus si mescoleranno in un nuovo, informale, ambiente interattivo. Oltre ad un breve evento sul palco, gli scambi avranno luogo intorno a quattro angoli tematici: 'Terra e sicurezza alimentare', 'Tecnologia spaziale, operazioni e tendenze commerciali', 'Mare e zone costiere', e 'Città e società'. Nello spirito di questo nuovo evento di lancio della missione, tutti sono invitati a seguire l'evento con l'hashtag Sentinel2Go e ad unirsi a questi dibattiti attraverso i canali principali (come Twitter, Facebook, Google+, Instagram). Copernicus è guidato dalla Commissione Europea in collaborazione con ESA. Esso fornisce informazioni accurate, tempestive e facilmente accessibili per migliorare la gestione dell'ambiente, comprendere e mitigare gli effetti del cambiamento climatico, ed assicurare il monitoraggio del territorio, la gestione delle emergenze e della sicurezza. Monitoraggio del territorio La nuova flotta di satelliti Sentinel sta consegnando una ricchezza di dati e di immagini che sono al centro dell'ambizioso programma Copernicus. La missione Sentinel-2 ad immagini ottiche si basa su una costellazione di due satelliti identici: Sentinel-2A, lanciato a giugno 2015, ed il prossimo Sentinel-2B. Nonostante vengano lanciati separatamente, i satelliti saranno messi sulla stessa orbita, separati da 180°. Ogni cinque giorni, i satelliti copriranno insieme tutte le superfici terrestri, le grandi isole e le acque interne e costiere alle latitudini comprese tra 56°S e 84°N, ottimizzando la copertura globale e la fornitura di dati per numerose applicazioni. La missione ha a bordo un'innovativa fotocamera multi spettro ad alta risoluzione, con 13 bande di spettro per una nuova prospettiva del territorio e della vegetazione. La combinazione delle nuove capacità di spettro ad alta risoluzione, un campo di visione che copre 290 km e frequenti passaggi forniranno viste senza precedenti della Terra. Tra le sue applicazioni, la missione fornisce informazioni per le pratiche agricole, dando una mano alla gestione della sicurezza alimentare. Inoltre, fornisce mappe dello stato e dei cambiamenti della copertura terrestre e controlla le foreste nel mondo. Fornisce anche informazioni sull'inquinamento nei laghi e nelle acque costiere. Immagini di inondazioni, eruzioni vulcaniche e frane contribuiscono alla mappatura dei disastri e aiutano nelle operazioni di soccorso umanitario. Sentinel-2 è attrezzato in modo di trarre beneficio da un altro programma ESA, l'EDRS – Sistema Europeo di Trasmissione dei Dati. EDRS sta creando una rete di comunicazione laser geostazionaria per la trasmissione continua di dati da satellite in orbita bassa, e permetterà ai dati Sentinel di osservazione della Terra di essere trasmessi più velocemente che mai, utilizzando un collegamento laser. La missione Sentinel-2 è il risultato di una stretta collaborazione tra ESA, la Commissione Europea, l'industria, i fornitori di servizi e gli utenti dati. La missione è progettata e costruita da un consorzio di 60 società capitanate da Airbus Defence and Space.