logo wat
technology
marzo 27, 2017 - Suzuki Auto

Suzuki, protagonista assoluta alla prima del Campionato Italiano Cross Country Rally

- Prosegue ad alto livello l'impegno della filiale nazionale della Casa di Hamamatsu nel Motorsport nazionale
- La tecnologia ALLGRIP è sempre di riferimento nel fuoristrada

Spilimbergo (PN), 26 marzo 2017 - E' l’avvio della nuova stagione Cross Country Rally italiana a confermare la competitività e l'affidabilità della tecnologia 4x4 #suzuki. Presentatasi nel ruolo della squadra da battere, #suzuki ha confermato ancor di più la competitività sui duri e veloci terreni pordenonesi della #italianbaja di Primavera. Nel primo round della massima serie Tricolore, caratterizzato da un'accresciuta partecipazione di concorrenti tecnicamente preparatissimi, i Grand Vitara nelle versioni 3.6 V6 T1, schierati dal reparto Motorsport Emmetre #racing, si sono classificati secondi e terzi assoluti e hanno vinto la classifica del Gruppo T2 dei veicoli derivati dalla Produzione.

Sono Lorenzo Codecà e #brunofedullo a portare al secondo posto assoluto il nuovo fuoristrada affidatogli dal team, proprio per fronteggiare il fronte d'attacco degli avversari, cresciuti nel numero e nella preparazione dei mezzi: impegnato a "rodare" il nuovo #grandvitara36v6t1, derivato dal primo della saga dei fuoristrada gialli e vincenti di #suzuki, il milanese, otto volte campione del Cross Country, non ha potuto e voluto forzare i tempi, cercando di percorrere più chilometri possibili.

"Certo che avremmo tentato di contrastarne il passo di Elvis, ma oggi sui tracciati così veloci sarebbe stato rischioso. Ci siamo presentati con questa nuova versione del Grand Vitara, che sin dai primi chilometri è subito apparsa competitiva, ma siamo in attesa di nuovi sviluppi. Il motore è ok, dobbiamo però intervenire sull'assetto".

Alle spalle di Codecà e Fedullo si è piazzato il secondo equipaggio di #suzuki, quello formato da Andrea Toro e Mauro Nadin, tornati alle gare dopo un periodo di stop, ritrovando lo spirito che degli anni passati e andando ad uniformare il loro passo gara ad un esordio attento su tracciati veloci e poco "guidati".

"Con l'intento di terminare i due giorni di gara senza far danni eccessivi" - affermava il modenese terzo all'arrivo con il Grand Vitara 3.6 V6, ereditato da Codecà, salendo sul terzo gradino del podio assoluto, soddisfatto comunque di aver contenuto la rimonta degli avversari.

Al traguardo di #spilimbergo, al termine di due giornate nelle quali hanno affrontato cinque Settori Selettivi tracciati sui greti dei fiumi Cosa e Tagliamento, è un ottavo posto di assoluto valore quello conseguito da Alfio Bordonaro e Marcello Bono. L'equipaggio siciliano, campione in carica del Gruppo T2 e del #suzuki Challenge, inizia la stagione riproponendosi nuovamente al comando di entrambe le classifiche, avendo anche affrontato un finale critico, che avrebbe potuto precludergli la sacrosanta affermazione conseguita sulle prove: arrivati in prossimità della pedana d'arrivo con il Grand Vitara 1.9 DDiS della Poillucci in perfetta efficienza, l'equipaggio ha rischiato di pagare ritardo all'ultimo Controllo Orario, dopo essere stato fermato per controlli da una pattuglia della Polizia della Strada. "Sarebbe stata una beffa che mi avrebbe veramente amareggiato, ma alla fine siamo riusciti ad non pagare ritardo al C.O., potendo così goderci la vittoria in T2, in una gara che ci permette di iniziare al meglio la stagione con un mezzo perfettamente assistito dal team".

Andrea Luchini è il pilota del rientro in gara e sul quale si può contare per un risultato positivo. Il toscano, navigato dal torinese Piero Bosco, ha superato alcuni inconvenienti tecnici ed un ritardo per aver trovato in traiettoria dei concorrenti in difficoltà, ma è riuscito a conquistare il secondo posto di Gruppo che da fiducia per il prosieguo della stagione.

Terzi di gruppo T2 e del #suzuki Challenge sono i romani Ananasso e Castellani, sempre su Grand Vitara 1.9, che hanno preceduto di misura l'equipaggio femminile Lops e Larosa, rallentate da inconvenienti alla sovralimentazione del Grand Vitara. Ostacolati da problemi tecnici al loro mezzo, Alfano e Marsiglia hanno comunque raggiunto il traguardo di #spilimbergo con tenacia.

Stefano Rom e Guido de Sabbata sono, invece, i vincitori della prima gara del #suzuki Challenge Classic, correndo l'Italian Baja di Primavera con il #suzuki Samurai. 

Ti potrebbe interessare anche

marzo 08, 2017
marzo 07, 2017
novembre 03, 2016