logo wat
technology
maggio 22, 2017 - Bosch

Autoprometec 2017. Nuove unità di servizio A/C Bosch per una manutenzione semplice ed efficiente. Unità di servizio completamente automatiche per impianti di condizionamento operanti con refrigeranti R134a e R1234yf

  • Utilizzo semplice e progettazione funzionale
  • Notifiche di stato via smartphone
  • Percentuale di recupero del refrigerante del 99% in tempi brevi
  • Possibilità di collegamento con il software per officine #bosch Connected Workshop

Grazie alle nuove funzionalità e alle migliorate prestazioni, le nuove unità di servizio #bosch ACS 863, ACS 763 e ACS 753 sono l'ideale per eseguire efficienti manutenzioni e riparazioni su impianti di condizionamento per automobili e veicoli commerciali con refrigeranti R134a e R1234yf.

Le nuove unità ACS, includendo tutte le funzioni di manutenzione e riparazione, ottimizzano e semplificano i flussi di lavoro delle officine aumentandone al contempo la loro economia. Le nuove unità ACS funzionano in modo completamente automatico.

L'innovativa interfaccia grafica, tramite un display a colori da 7 pollici, aiuta l'operatore nelle operazioni e nel monitoraggio. Il display, inoltre, fornisce istruzioni sulle attività di preparazione e procedura di manutenzione.

Tramite l'App per #smartphone, l'utente può verificare lo stato d'avanzamento dell'ACS e delle operazioni, sia in tempo reale sia in remoto, per esempio, direttamente da un'altra stazione di lavoro.  Il nuovo design, basato sull'esperienza degli operatori in officina, facilita l'accesso ai componenti interni e la manutenzione delle nuove unità di servizio ACS risulta molto semplice. I nuovi dispositivi soddisfano tutti gli standard internazionali per una gestione più rispettosa dell'ambiente di entrambi i refrigeranti.

Maggiore potenza per una più veloce ed efficiente manutenzione degli impianti A/C

Oltre a una gestione semplificata, gli ingegneri sviluppatori dei nuovi ACS 863, ACS 763 e ACS 753 #bosch hanno incrementato anche le prestazioni. Ad esempio, il rilascio di gas incondensabili viene controllato elettronicamente riducendo in questo modo le perdite di refrigerante.

I nuovi dispositivi recuperano il 99% del refrigerante dal veicolo in tempi più brevi grazie all'esclusiva funzione "Deep Recovery". I controlli elettronici della pressione e della temperatura assicurano un livello di precisione eccellente nella ricarica del refrigerante.

La pompa del vuoto a doppio stadio con portata di 170 litri al minuto, consente una rapida ed efficiente manutenzione che assicura la disidratazione prima della ricarica – questo anche per sistemi A/C piuttosto grandi, usati per veicoli commerciali leggeri e camion. Un sistema di iniezione olio indipendente e sigillato ermeticamente impedisce la contaminazione incrociata dei diversi tipi di olio.

Le nuove unità ACS sono perfettamente adatte sia per veicoli con motori a combustione sia per veicoli con motori elettrici. Il modello ACS 863 #bosch è equipaggiato con un sistema di rilevazione in grado di rilevare il grado di purezza del refrigerante R1234yf.

Le nuove unità ACS 863, ACS 763 e ACS 753 #bosch sono dotate del database veicoli e di un software semplice da utilizzare che può essere collegato al software #bosch Connected Workshop o ad ASA network. Questo consente un rapido scambio di dati tra le unità di servizio ACS e il software per officine. La stampante integrata crea un report completo che genera una chiara panoramica dei risultati di manutenzione per l'operatore e per i clienti dell'officina.

News correlate

ottobre 19, 2017
download all Scarica tutto
ottobre 12, 2017
download all Scarica tutto
ottobre 10, 2017
download all Scarica tutto

Ti potrebbe interessare anche

ottobre 05, 2017
download all Scarica tutto
settembre 12, 2017
download all Scarica tutto
settembre 06, 2017
download all Scarica tutto

Filtro avanzato