logo wat
technology
novembre 10, 2017 - BMW

BMW Connected arricchisce ulteriormente le proprie funzionalità e i propri servizi. BMW è ora integrata con Google Assistant

BMW Connected assicura ai clienti il perfetto collegamento con un numero sempre crescente di device. Oggi, grazie all’integrazione con #googleassistant, i clienti possono dialogare ed interagire facilmente con il proprio veicolo sia da casa mediante il sistema di attivazione vocale #google Home sia in viaggio con smartphone Android ed iPhone compatibili.

Monaco. #bmw Connected assicura ai clienti il perfetto collegamento con un numero sempre crescente di device. Oggi, grazie all’integrazione con #googleassistant, i clienti possono dialogare ed interagire facilmente con il proprio veicolo sia da casa mediante il sistema di attivazione vocale #google Home sia in viaggio con smartphone Android ed iPhone compatibili. L’integrazione con #googleassistant amplia la rete digitale di #bmw Connected, che ora offre ulteriori funzionalità ad attivazione vocale o in grado di interfacciarsi con Apple Watch, smartwatch Android e ad Amazon Alexa. Tutto questo porta l’integrazione di #bmw Connected nello stile di vita del cliente ad un livello ancora superiore.

Il potere delle parole: rapide domande per un controllo veloce 
BMW Connected offre ai clienti un’ampia scelta di possibilità per quanto riguarda la gestione di appuntamenti e di contatti, la pianificazione di itinerari e le funzioni del veicolo in base alla propria agenda in termini di mobilità. A tal fine, il veicolo viene collegato (mediante l’Open Mobility Cloud) ai dispositivi digitali scelti dall’utente. I clienti possono ora sfruttare i servizi integrati della loro vettura senza soluzione di continuità nella propria vita quotidiana tramite #bmw Connected in qualsiasi momento e con estrema comodità da casa propria. Ora #googleassistant offre una nuova opzione: utilizzando comandi vocali, il cliente potrà controllare che i finestrini e le portiere della propria #bmw siano chiusi o meno e quanta carica rimanga nelle batterie della propria #bmw i3; potrà anche chiedere informazioni per quanto riguarda i prossimi appuntamenti e gli orari di partenza richiesti, a seconda delle condizioni del traffico. Queste richieste possono anche essere effettuate via #googleassistant attraverso comandi vocali come #google Home, nonché da smartphone Android e iPhone compatibili.

Per attivare #bmw Connected, basta dire: “Ok #google, chiedi alla #bmw...” e poi una dalle diverse domande possibili come, ad esempio, “Quando è il mio prossimo appuntamento?”, “Manda l’indirizzo di destinazione al mio veicolo”, “Quando dovrei partire?”, “Quanta autonomia mi rimane?” o “Il mio veicolo è chiuso a chiave?”. Queste funzioni permettono agli utenti di ottimizzare la pianificazione della propria mobilità personale tempestivamente consentendo spostamenti senza stress e arrivo alla propria destinazione in tempo utile.

BMW Connected sarà integrata con #googleassistant a partire dal mese di dicembre 2017 (negli USA al lancio; in seguito negli altri Paesi).

Il #bmw Group è impegnato a costruire la mobilità del futuro attraverso la sua strategia NUMBER ONE > NEXT e sta investendo su larga scala nelle tecnologie di domani. Come provider leader della mobilità premium, l’azienda è concentrata sulle necessità e sui desideri dei suoi clienti e continua a giocare un ruolo strumentale nella promozione della strategia ACES: Autonomous, Connected, Electrified, Shared (Autonoma, Collegata, Elettrificata e Condivisa).

Filtro avanzato