logo wat
technology
aprile 15, 2015 - Seguso

Seguso al Salone del Mobile 2015

Viviamo in un mondo sovraffollato dal “lusso”, dai “brands” e dal consumismo e le abitudini di acquisto sono cambiate a tal punto nel corso degli ultimi decenni che “possedere” è una necessità e non un lusso, un privilegio e un piacere. Pochi oggi sanno riconoscere, nel variegato mondo del vetro di Murano, ciò che è vera arte, maestria e autentica bellezza. Da oltre 600 anni la famiglia Seguso plasma il vetro con amore e sapienza, provoca e sfida la materia con audacia e tecnica, creando autentiche opere d’arte. Pochi possono vantare una simile eredità artistica e una passione che immutata si tramanda di generazione in generazione, oggi la 23esima. La storia del vetro di Murano ha inizio nell’ultima decade del XIII secolo e da allora questa piccola isola veneziana è conosciuta in tutto il mondo. Con essa ha praticamente inizio anche la storia della famiglia Seguso poichè già nel 1397 un documento storico attesta l’operato di Filius Segusi nelle fornaci del vetro. La squisitezza della manifattura di Murano è tale che nel giro di poco tempo assurge a canone estetico. Nel corso del XVI secolo la preziosità e la bellezza del vetro è esaltata nelle opere di grandi pittori quali Tiziano nel “Baccanale di Andri” e Caravaggio, il cui “Bacco” stringe in mano un prezioso calice. Anche la fama dei Seguso cresce nel corso dei secoli, la loro maestria è riconosciuta da papi e case reali, celebrata pubblicamente dai poeti. Anno dopo anno, secolo dopo secolo, Seguso ha consolidato la sua fama quale una delle più importanti dinastie dell’arte del vetro. Ha scritto molte pagine preziose della storia di Murano, giungendo al XXI secolo senza mai venire meno ai valori della tradizione, interpretando quest’arte con immutata sensibilità e rinnovata creatività. Oggi, come seicento anni fa, continua a distinguersi nel mondo con la sua altissima artigianalità, con l’autenticità di un prodotto che non segue regole industriali ma è frutto della straordinaria potenzialità della materia, di gesti sapienti e arcaici, di un segno creativo che lo rende opera sempre straordinariamente unica. L’arte Seguso trova da sempre casa in luoghi di eleganza raffinata ed esclusiva. I suoi sontuosi lampadari hanno accompagnato nei secoli case reali, nobili dimore, il Vaticano, prestigiosi alberghi e teatri. I suoi oggetti fanno parte delle collezioni dei musei internazionali più prestigiosi tra cui il Victoria & Albert Museum di Londra, il MoMa e il Corning Museum of Glass di New York. Oggi Seguso realizza progetti custom di illuminazione e arredo per grandi marchi della moda e del luxury. L’illuminazione e gli arredi Seguso rappresentano lo store concept di tutte le boutique Blumarine nel mondo; le maniglie in vetro accompagnano le porte di ingresso delle boutique Christian Dior e Fendi. Hanno scelto Seguso Armani, Frette, Donghia, Etro, Rolex, Swaroski, Esteé Lauder, Burberry, Coach, Mikimoto, Memphis, Neumans, Montblanc… Dalla collaborazione con i più importanti studi di architettura al mondo nascono progetti esclusivi per catene alberghiere internazionali - tra cui Four Seasons, Starwood, Kempinski, Sheraton, Raffles Hotels, Wynn Hotels, o ancora i veneziani Hotel Danieli, Hotel Cipriani e Hotel Bauer -, per il settore navale e luxury yacht così come per residenze private a Venezia, New York, Las Vegas, Manila, Dubai, Montecarlo, Capri, Londra, Bangkok… Il soffio che dà vita ad ogni nuovo oggetto di vetro cela in sé tutta la passione e l’amore per quest’arte che ha accompagnato i maestri Seguso, generazione dopo generazione. Una passione condivisa dai fratelli Gianluca e Pierpaolo Seguso che oggi guidano l’azienda verso il futuro e danno vita a nuovi, importanti progetti che con eguale bellezza e armonia si inseriscono negli ambienti classici e contemporanei. In fornace è sempre presente anche Giampaolo, loro padre, artista acclamato che realizza opere in cui il vetro si fa pagina di poesia, apprezzate dai più importanti collezionisti internazionali. Sinonimo di altissima artigianalità, eccezionale maestria e di opere di eterna bellezza, Seguso è custode di un’arte i cui segreti sono stati tramandati di generazione in generazione per tessere una storia artistica che non ha eguali nel mondo. Raro, prezioso e unico Euroluce 2015 Seguso presenta le nuove collezioni e svela la Seguso Experience Seguso, una tra le più antiche dinastie dedite all’arte del vetro di Murano, rinnova la sua presenza al Salone del Mobile. Protagoniste le nuove proposte di illuminazione che mostrano accanto ai lampadari, straordinari per dimensioni e bellezza, molte novità quali lampade da parete e da terra ma anche nuove collezioni d’arredo e di oggettistica. E al Salone, i visitatori per la prima volta sono invitati a condividere le emozioni della Seguso Experience. La selezione dei pezzi in mostra incarna la tradizione del vetro di Murano e la sua altissima artigianalità, rivisitandola in chiave di design. Sono tutte novità che regalano una visione contemporanea dell’arte vetraria: importanti lampadari e preziose lampade, pareti divisorie che si collocano nello spazio come opere d’arte, piccole librerie-gioiello, vasi realizzati secondo raffinate tecniche di lavorazione, patrimonio della famiglia Seguso. L’allestimento disegnato da Pierpaolo Seguso – art director del gruppo - è sviluppato con un’ambientazione architettonica e arredativa di grande suggestione. Una Wunderkammer in cui domina un lusso discreto e ricercato. Lo spazio ricrea gli ambienti di un elegante living. Qui il vetro è il protagonista assoluto di scultorei lampadari e raffinati complementi d’arredo ma anche di vasi e oggettistica che mettono in luce trame e lavorazioni ricercate. Pezzi unici da collezionare ed ammirare. Tutti trovano la loro naturale collocazione in questo ampio spazio e dialogano con le immagini dei pezzi storici Seguso, quali i celebri lampadari disegnati per molte famiglie reali e il Vaticano. Il risultato è un “total look” Seguso che fa dell’unicità, del “tailor made” e del dialogo tra arte e design la sua cifra stilistica. I visitatori sono infine invitati a intraprendere un viaggio nella Seguso Experience, per vivere un’emozione unica e calarsi in uno spazio incredibilmente capace di ricreare l’atmosfera della fornace Seguso. ILLUMINAZIONE Unicità, stile contemporaneo e vocazione Made in Italy sono i valori fondamentali Seguso che si colloca nel panorama del luxury design. La spiccata attitudine ad una progettualità “tailor made” unita alla capacità di proporre il lusso come emozione e lifestyle unico hanno fatto di Seguso il partner di importanti studi di architettura internazionali su moltissimi progetti residenziali e di “contract design”, quali quelli per prestigiose catene alberghiere internazionali - tra cui Starwood, Kempinski, Sheraton, Raffles Hotels, Wynn Hotels, o ancora i veneziani Hotel Danieli, Hotel Cipriani e Hotel Bauer -, e per luxury brands del settore fashion e beauty come Armani, Dior, Fendi, Coach, Blumarine, Svaroski, Esteé Lauder.... Tra i più recenti progetti il Four Season Resort di Dubai, un cinque stelle lusso dove i lampadari Seguso arredano gli spazi dell’accoglienza, della ristorazione e le sale destinate agli eventi (la più ampia è illuminata da imponenti chandelier a 35 bracci), lasciando un segno distintivo di eleganza.Al centro di ogni nuovo progetto che Seguso propone ad Euroluce 2015 vi è la tradizione e la cultura del vetro di Murano interpretata in chiave contemporanea e sapientemente coniugata alle esigenze e al gusto del nostro tempo. RUGIADA lampadario Disegnato da Pierpaolo Seguso, il lampadario Rugiada si ispira ai dolci riflessi della rugiada mattutina. Il corpo centrale si sviluppa a colonna: da essa dipartono sottili ed eleganti bracci, disposti su più livelli. La loro luce si riflette sulla superficie specchiata del corpo restituendo un meraviglioso riverbero, quasi una luminosa nuvola che sembra avvolgere il lampadario. Sebbene importante nelle dimensioni - è disponibile nella versione a 24, 18, 12 o 6 luci - Rugiada è un lampadario di grande leggerezza visiva. La bellezza del vetro di Murano è esaltata dalla linea sinuosa dei bracci e dall’armonia dell’insieme. Caratteristiche che contraddistinguono anche l’applique che completa la collezione.

REZZONICO MUSEO e FANALE lampadario e applique Molin si ispira al più classico e prezioso dei lampadari Veneziani, il settecentesco Ca’Rezzonico, rielaborando con moderna sensibilità la tradizione del vetro di Murano. Realizzato con maestria artigianale e composto da centinaia di elementi in vetro soffiati singolarmente, si contraddistingue per il corpo centrale a 4 colonne, lavorato a “Balloton”, tecnica che dona al vetro un effetto a rilievo incrociato. I bracci, disposti su tre piani e chiusi da delicate tazzine, sono composti da piccoli elementi in vetro di forma tronco conica, le bossole, infilate l’una nell’altra a disegnare una curva leggiadra. Molin è declinato anche nella versione applique, un prezioso cilindro lavorato anch’esso a “Balloton” e chiuso da delicati pinnacoli. VENTO lampadario a Led Un’icona della manifattura Seguso, Vento compie vent’anni e per festeggiare questo importante anniversario è proposto in versione Led. Disegnato da Giampaolo Seguso, interpreta con uno stile personalissimo il più classico dei lampadari veneziani, il Cà Rezzonico, vestendolo di movimento. Vento cristallizza l’attimo in cui un soffio accarezza e piega sinuosamente le foglie. La tecnologia LED è celata da un bulbo scultoreo la cui forma rievoca una piccola fiamma anch’essa mossa dal vento, realizzata in vetro sommerso e rigato. Il lampadario Vento è proposto nelle versioni bianco latte, cristallo e cristallo oro. La collezione comprende anche la versione applique e lampada da terra, in due diverse altezze. NELLE ALPI lampadario Disegnato da Pierpaolo Seguso, questo lampadario rievoca una forma organica, un richiamo alla solidità dell’albero e all’armonia dei suoi rami frondosi che si aprono verso l’esterno. Disposti a tre piani e lavorati a filo marrone su vetro cristallo, i bracci in vetro soffiato sono volutamente irregolari e materici. Paiono disegnare nello spazio un’ampia chioma. Elemento innovativo di questo lampadario è l’abbinamento del vetro soffiato con il metallo che riveste i dischi da cui si sviluppano i bracci. La superficie è lavorata fino ad ottenere un effetto ruggine. Un dettaglio che sottolinea anch’esso il forte richiamo alla natura. Nelle Alpi è disponibile nella versione a 15 e 10 bracci o come applique a 2 bracci. SFERA lampadario Un lampadario decisamente d’effetto. Una sfera, appunto, un’esplosione di leggerezza e movimento creato da giocose palle in vetro di Murano, di diversa dimensione. Realizzate in varie tecniche che mettono in luce tutta la preziosità del vetro – Costa, Rigadin ritorto, Balloton -sono infilate l’una accanto all’altra in un’alternanza di trasparenza e colore. Sfera è un lampadario moderno che non passa inosservato. Può essere realizzato custom in ogni combinazione di colore, per arreare con personalità il più sofisticato degli interni. MORI applique Raffinata e contemporanea come la fortunata collezione di tavoli Mori a cui si ispira, questa lampada impreziosisce la parete come una scultura. Disposte in verticale lungo una rigorosa geometria, le delicate sfere in vetro di Murano che la compongono sono diverse per dimensione e tecnica di lavorazione e proposte in un gioco di cristallo trasparente e sabbiato. La luce è schermata da un piccolo paralume cilindrico. Due distanziatori cromati la tengono leggermente scostata dalla parete. Come per tutte le collezioni Seguso, può essere realizzata in dimensioni e colori diversi per rispondere alle esigenze di ogni progetto custom. MAROCCO applique Reminiscenze arabesche plasmano la forma e le tonalità di questa applique carica di memorie e di suggestioni antiche. Realizzata in vetro soffiato, è lavorata con tecnica a “Balloton”, che conferisce alla superficie del vetro la tipica decorazione a rombi. È una piccola istallazione luminosa che diffonde una luce morbida, chiusa alle estremità da due piccoli pomelli in vetro cristallo trasparente. TOUJOUR applique Elegante e raffinata, Toujour impreziosisce gli interni come un gioiello. La delicata tazzina in vetro cristallo trasparente si specchia nella placca tonda a parete, disponibile nella versione oro o argento. Ne nasce un gioco di intricati riflessi di vetro e morbida luce. La luce è schermata da un piccolo paralume che accentua la sua vezzosità. BOCCIA E BIRILLO lampade da tavolo C’è il segno inconfondibile e tutta la maestria della lavorazione Seguso in questi di nuovi modelli di lampada da tavolo. Forme pure, essenziali e di assoluta eleganza, che mettono in risalto la trasparenza e la leggerezza del vetro, qui lavorato a foglia oro sovrapposta. Una linea slanciata e dinamica caratterizza il corpo della lampada Birillo, mentre Booling sceglie una morbida e ampia rotondità. Proposte in una dimensione passe-partout che le rende perfette in ogni ambiente, sono disponibili con paralume cilindrico nero. Alla sommità, una piccola sfera in vetro soffiato aggiunge un dettaglio di stile. MORI board room Mori, una delle collezioni Seguso Interiors più apprezzate, si arricchisce di due nuovi elementi. Pierpaolo Seguso ha disegnato un tavolo di dimensioni importanti e una poltroncina che fungono da proposta d’arredo per un’esclusiva sala riunioni. La cifra stilistica di Mori è data dalle sfere in vetro soffiato che personalizzano l’intera collezione (composta da tavoli, side table, consolle, panchetta). Realizzate in tre diverse tecniche di lavorazione del vetro, tra le più tipiche della tradizione muranese – Costa, Rigadin ritorto, Balloton – vestono la struttura di ogni elemento come un filo di perle preziose. Una maestria di esecuzione resa ancor più preziosa dal volume delle sfere, qui sensibilmente più ampio rispetto a quello dei precedenti modelli. Di effetto sorprendente è la poltroncina – una vera novità - che sottolinea la ricchezza della ricerca stilistica, formale e materica Seguso. La scocca avvolgente e dalla linea moderna è rivestita in morbida pelle e crea un abbinamento sofisticato con lo stelo dall’effetto scultoreo e luminoso. FURNITURE Tavoli, tavolini e panche, specchi compongono la collezione Furniture Seguso - realizzati su un brevetto esclusivo – che usa il vetro come pietra preziosa e che rievoca lo splendore e l’eleganza dei palazzi veneziani. In occasione del Salone del Mobile 2015, Seguso indaga nuove tipologie di complemento, definendo in maniera ancor più puntuale la propria vocazione a creare prodotti d’arredo eleganti e sofisticati, ideati per essere inseriti in diversi ambienti. BARENA tavolo Porta la firma di Pierpaolo Seguso il nuovo progetto Barena, una collezione di forte impatto scenico composta da tavolo a tre gambe e side table. L’essenzialità del piano elittico e sagomato come un di sasso fiume, in legno laccato lucido, esalta la dimensione scultorea delle gambe, realizzate in vetro di Murano lavorato con effetto tridimensionale. Il corpo in cristallo sembra dilatarsi per effetto dell’applicazione a caldo di piccole masse di vetro in colore nero, lavorate con la tecnica della filigrana per offrire un ventaglio di preziosi variazioni tecniche che danno ricchezza alla composizione. Barena è il risultato di perfetto equilibrio tra dimensione architettonica e opera d’arte ed esprime il senso di una ricerca profonda e innovativa. BACAN paravento Sempre di più l’abitare è un insieme organico di spazi ed elementi privo di barriere nette tra le diverse aree. Nasce da questa intuizione Bacan, tipologia d’arredo che Seguso inserisce nelle proprie collezioni per la prima volta. Definirlo come complemento d’arredo sarebbe però riduttivo. E’ piuttosto un’opera d’arte che nasce dall’eccletismo di Pierpaolo Seguso e si sviluppa in geometrie di grande originalità e raffinati contrasti cromatici. È un’esplosione di tecnica e di colore, una simbolica rappresentazione della fornace e degli elementi naturali che in essa danno inizio alla magia del vetro di Murano: il fuoco e l’acqua. MARCIANA libreria Seguso amplia la collezione Furniture reinterpretando in chiave contemporanea un complemento d’arredo di antica memoria. Una libreria che si ispira alla bellezza e alla sontuosità degli specchi veneziani. Una nicchia dove custodire i propri libri o gli oggetti più preziosi. Ogni ripiano è distanziato dal precedente da un elemento decorativo in vetro di grande impatto emozionale. OGGETTISTICA Ogni vaso Seguso è un pezzo unico, rigorosamente eseguito a mano dai suoi maestri vetrai. Oggetti dalle forme iconiche, risolute e contemporanee, vestiti di trasparenza o dei colori la cui composizione è segretamente tramandata di generazione in generazione. Ogni opera è frutto della ricerca che nasce dalla profonda conoscenza delle antiche tecniche Muranesi ed evolve per esprimere la modernità del nostro tempo. Al Salone del Mobile 2015, Seguso presenta alcune selezionate novità invitando il visitatore a creare una personale collezione e trasfore il proprio living in un museo privato. SABBIATO SOMMERSO Un vaso di assoluto rigore formale e di impatto scultoreo. E’ realizzato in vetro sabbiato con la tecnica del sommerso, ottenuta dalla sovrapposizione di due diversi strati vitrei. Per effetto della sapiente lavorazione Seguso, l’acceso contrasto del bianco e del nero sembra stemperarsi fino a fondersi l’uno nell’altro, creando uno straordinario effetto di modernità. PULEGOSO Piccole sfere, quasi allo stato solido, fluttuano leggere nel vetro, sfumando dal nero al grigio, via via fino ad arrivare alla trasparenza. Sono bolle d’aria, ottenute grazie alla lavorazione denominata Pulegoso che conferisce al vetro quasi un effetto spugnoso. Una tecnica con cui Seguso veste una forma solida e generosa, fondendo alto artigianato e design in una sola estetica. MURRINE E’ sorprendente come una delle tecniche di lavorazione del vetro più antiche, i primi esempi risalgono all’epoca romana, possa dare vita ad un oggetto così contemporaneo. Una spirale nera corre su uno spesso strato di vetro incolore e ipnotizza lo sguardo, complice la forma a goccia del vaso. Le straordinarie capacità tecniche dei maestri vetrai Seguso sono qui espresse in tutta la loro potenzialità. FILIGRANA Un gioco di piccole onde che si rincorrono lungo la superficie caratterizza questa nuova collezione di vasi. Sono realizzati a filigrana, tecnica rinascimentale che Seguso ha nei secoli interpretato con sempre nuovi sperimentalismi e risultati soprendenti. Dalla sapiente lavorazione delle canne in vetro nasce una texture densa e vibrante, accesa da cromie energizzanti: il rosso, il blu, il verde… Ad Euroluce le emozioni e la magia della fornace Seguso SEGUSO EXPERIENCE In occasione di Euroluce 2015, Seguso apre idealmente le porte della sua antica fornace, ricreando all’interno del proprio allestimento uno spazio che trasporta i visitatori nel cuore dell’isola di Murano. E’ un invito a compiere un viaggio emozionale – la Seguso Experience - che celebra il vetro, le sue alchimie, la genesi creativa, le mani che secondo saperi e tecniche tramandate di generazione in generazione lo trasformano in straordinarie opere Seguso. Sarà l’occasione per immergersi nell’atmosfera di un luogo autentico e pulsante. Circondati dalla preziosità delle opere in vetro soffiato, ai visitatori sarà svelato il percorso che il vetro compie inalterato nei secoli e le diverse fasi della sua lavorazione: l’alchimia della sabbia trasformata dal fuoco in materiale nobile, il saper fare delle mani che plasmano il bolo, il soffio che dà vita alla materia rendendola forma unica e originale perché mai perfettamente ripetibile; gli esclusivi colori che, custoditi nella Stanza dei Segreti, si tramandano di generazione in generazione; i gesti talvolta rapidi e decisi, talvolta lenti e delicati dei maestri grazie ai quali il vetro assume forme che contribuiscono ad abbellire innumerevoli progetti di architettura in tutto il mondo. Da oltre sei secoli la fornace è il cuore della produzione artistica Seguso, un luogo antico e magico dove il fuoco rimane sempre acceso e giorno dopo giorno si rinnova lo stupore del vetro. A quanti a Milano si lasceranno incantare da quest’atmosfera, la famiglia Seguso porge l’invito a scoprire realmente il proprio universo nel cuore dell’isola di Murano. Celata in un edificio carico di fascino e di storia, la fornace Seguso è uno spazio così straordinariamente unico che di sovente è eletto a palcoscenico di scenografiche cene di gala ed eventi privati. Si affaccia su uno scorcio segreto della laguna e si sviluppa attorno a piccolo giardino, dominato da un’antica torre, la più alta dell’isola. È qui che si potrà vivere la Seguso Experience muranese: per osservare da vicino i gesti dei maestri al lavoro; per soffermarsi nelle stanze che custodiscono l’Archivio storico di famiglia - ancora oggi fonte di grande ispirazione; per ammirare la collezione privata di pezzi unici della famiglia accanto alle opere contemporanee dell’artista Giampaolo Seguso.

Filtro avanzato