logo wat
technology
febbraio 11, 2019 - Asus

ASUS ROG presenta le nuove Zenith Extreme Alpha e Rampage VI Extreme Omega

Le nuove motherboard offrono avanzate caratteristiche ROG pensate per i desktop di fascia alta.

PUNTI CHIAVE

  • ROG Zenith Extreme Alpha: piattaforma AMD X399 per processori Ryzen Threadripper, 4 PCIe 3.0 x16, supporto per NVIDIA SLI e AMD CrossFireX fino a 3 vie, fino a 128GB DDR4 3600MHz
  • ROG Rampage VI Extreme Omega: piattaforma Intel X299 per processori Core X-Series, 3 PCIe 3.0 x16, supporto per NVIDIA SLI e AMD CrossFireX fino a 3 vie, fino a 128GB DDR4 4266+MHz
  • Caratteristiche comuni: modulo DIMM.2 con 2 slot PCIe x4 M.2 e slot PCIe x4 integrato, tutti con supporto per configurazioni RAID, 10G Ethernet, Wi-Fi MU-MIMO 2x2 802.11ac, audio HD a 8 canali SupremeFX, DAC ESS Sabre, IR3555 PowIRstage, bobine MicroFine Alloy, condensatori metallici Black 10K, connettori RGB standard e programmabili, Aura Sync, pannello LiveDash OLED da 1,3" su cover IO, connettore #asus Node

ASUS annuncia le nuove schede madri Republic of Gamers (ROG) Zenith Extreme Alpha e Rampage VI Extreme Omega. I chipset AMD X399 e Intel X299 sfruttano i molteplici core e tutta la larghezza di banda dei processori desktop di fascia alta, per offrire prestazioni di livello superiore agli utenti più esigenti e a quanti sono interessati ad ottenere il massimo dalle loro build. Entrambe le motherboard infatti sono state aggiornate e ridisegnate non solo per supportare i nuovi processori Core X-Series, ma anche per ottenere da questi il massimo livello di performance.

ASUS ha sviluppato questa coppia di schede madri ROG indirizzandole esplicitamente ai giocatori, agli appassionati e agli overclocker. La Zenith Extreme Alpha basata su piattaforma AMD e la Rampage VI Extreme Omega basata su piattaforma Intel, sono schede gemelle che condividono stesse caratteristiche di ultima generazione e design distintivo, rendendoli disponibili così su entrambe le piattaforme.

Più potenza per le build più evolute
I processori desktop di fascia alta si associano a più elevati requisiti di alimentazione a causa di core, canali di memoria e slot PCI Express integrati, presenti in maggiore quantità. I modelli più recenti di processori appartenenti alle serie Threadripper e Core X sono particolarmente esigenti, rendendo ancor più cruciali l’impiego di componenti di qualità e il design VRM intelligente, specialmente per i processori overclockati che lavorano vicino alla soglia di stabilità. Per garantire la corretta alimentazione del processore, entrambe le schede sfruttano 16 livelli di potenza distribuiti su otto fasi. Ogni fase agisce come un fucile a canna doppia, che eroga il doppio della corrente istantaneamente.
Il pompaggio di più corrente per fase assicura maggiore reattività, aiutando la scheda madre ad adattarsi ad eventuali, improvvisi cambiamenti nella richiesta di potenza del processore, eventualità comune nei PC desktop. Il VRM utilizza bobine, condensatori e IC PowIRstage IR3555 di alta qualità per garantire un’alimentazione costante anche in caso di picchi di richieste. La corrente raggiunge il processore tramite due connettori ausiliari da 12 V con otto pin ciascuno. Questi jack ProCool presentano pin pieni invece di quelli cavi che si trovano nei connettori convenzionali, consentendo loro di trasportare più corrente. La quantità di metallo nei pin di alimentazione potrebbe sembrare un piccolo dettaglio, ma ogni singolo dettaglio deve essere attentamente curato per garantire le migliori prestazioni. Queste schede sono state progettate per l’overclocking più estremo, integrando interruttori LN2 e slow-mode per il funzionamento anche a temperature sotto lo zero, connettori ad alto amperaggio per le ventole e punti ProbeIt per rilevare direttamente le tensioni principali mediante multimetro.

Nonostante utilizzare azoto liquido potrebbe non essere attività alla portata di tutti, questa esperienza ha consentito a ROG di conoscere bene i limiti dell'hardware, permettendole di agevolare e migliorare l’attività anche degli overclocker più estremi. Le utility di tuning e configurazione UEFI e AI Suite di ROG, tanto apprezzate dalla critica e dagli utenti, offrono un’ampia gamma di opzioni per modificare manualmente i parametri, utilissime per i più esperti che desiderano il massimo controllo sul proprio hardware. La #tecnologia 5-Way Optimization, un auto tuner ampiamente configurabile per impostare l'overclock ottimale su ogni singolo sistema, incrementando progressivamente frequenza e stabilità, proprio come farebbe un vero esperto.


Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare